Banca Marche utilizza Cookie (propri e di altri siti) per offrire una migliore esperienza di navigazione e per finalità commerciali. Una volta continuata la navigazione sul sito, se ne autorizza l’invio e l’uso. Per saperne di più o negarne il consenso clicca qui.

International Desk Banca Marche

Un punto di riferimento veloce, sicuro ed affidabile per le aziende che operano con l’estero. Per entrare nei mercati esteri da protagonisti.

A tutti gli imprenditori che intendono stabilire o espandere la propria presenza internazionale, la Banca Marche dedica International Desk: un servizio personalizzato di consulenza e assistenza per chi opera nei mercati esteri.
Banca Marche, leader regionale per le operazioni con l’estero, con la sua profonda esperienza, con l’estesa rete di corrispondenti è in grado di offrire alle aziende una presenza internazionale di grande rilievo, una conoscenza approfondita delle diverse realtà nazionali e locali, una gamma completa di prodotti e servizi.
INSIEME, NEL MONDO.

Per ogni informazione rivolgetevi alle nostre Filiali o direttamente all’ International Desk - Banca Marche tel 0731.539.440
L'International Desk BM è in grado di guidare l'impresa nella scelta del migliore mezzo di pagamento o incasso, a seconda del rischio Paese, rischio banca, rischio controparte e del miglior rapporto qualità prezzo.Oltre ai tradizionali mezzi di incasso e di pagamento, offriamo i seguenti prodotti ad elevato valore aggiunto:
  • INCASSI E PAGAMENTI ELETTRONICI
Con riferimento agli incassi, Banca Marche garantisce il supporto per la gestione degli incassi elettronici su alcuni Paesi europei quali la Francia (circuito LCR) e la Spagna (circuito IEF). Tali operazioni sono gestite in collaborazione con primarie corrispondenti di Banca Marche.

Grazie al servizio di invio delle contabili a mezzo e-mail la riconciliazione delle operazioni è agevole ed immediata.
  • CONTI ALL'ESTERO
Per gli operatori che vogliono gestire i propri incassi direttamente nel Paese di interesse il Desk offre la possibilità di apertura di c/c di corrispondenza o semplici "collection account" presso le proprie corrispondenti estere.
  • CREDITI DOCUMENTARI:
    Valutazione rischio paese e rischio banca
    Star del credere su crediti documentari non confermati
Grazie all'utilizzo di strumenti per la valutazione del rischio il Desk è in grado di fornire consulenza sul rischio paese e sulla solvibilità o meno di banche estere; ciò per aiutare il cliente esportatore nella ponderazione del rischio e nella scelta della banca emittente il credito documentario.
Banca Marche è in grado di confermare un elevato numero di banche estere; contattate il Desk per conoscere la disponibilità delle linee di credito per singola banca.Nei casi in cui il credito non preveda la conferma, la Banca può rilasciare una "silent confirmation" (star del credere), ovvero rilasciare una garanzia in favore del beneficiario del Credito Documentario non confermato con la quale la banca si impegna a coprire i rischi di mancato pagamento derivati da insolvenza della banca emittente (rischio commerciale) o da default del paese (rischio paese).

  • BERS – Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo

    Accordo con BERS (EBRD) – Trade Facilitation Program



  • World Bank Group



  • Asian Development Bank fighting poverty in Asia and the Pacific
Banca Marche partecipa al Trade Facilitation Program della BERS, della IFC e della ADB. Tali istituzioni finanziarie internazionali, per favorire l'interscambio commerciale con i Paesi in via di sviluppo, sono disposte a garantire il pagamento dei crediti documentari o altri strumenti di pagamento, emessi da banche di tali Paesi partecipanti al programma.
Grazie a tali garanzie Banca Marche è in grado di confermare direttamente crediti documentari emessi da banche altrimenti non affidabili.
  • SCONTO PRO-SOLUTO (FORFAITING)
Destinato soprattutto alle esportazioni di beni durevoli (macchinari e/o impianti) che prevedono normalmente un pagamento dilazionato a medio-lungo termine, l'operazione di forfaiting consente lo smobilizzo dei crediti senza ricorso nei confronti del cedente (pro-soluto). In questo modo l'esportatore elimina il rischio commerciale ed il rischio paese.

Normalmente l'operazione si perfeziona con lo sconto di strumenti rappresentativi del credito quali promissory notes e/o bills of exchange avallate o garantite da lettera di garanzia emessa da primaria banca. In alcuni casi possono essere scontati gli impegni di pagamento differito derivanti dall'utilizzo di crediti documentari; ciò può risultare utile soprattutto quando il cliente ha il castelletto anticipi export completamente utilizzato.

Per tali tipologie di operazioni il Desk è in grado di fornire quotazioni e piani di ammortamento.

Per ogni informazione rivolgetevi alle nostre Filiali, o direttamente all' International Desk - Banca Marche tel 0731.539.440

Gli specialisti del Desk sono a disposizione delle aziende clienti di Banca delle Marche per fornire consulenza di ogni genere sulle operazioni con l’estero, con riferimento particolare ai sistemi ed ai mezzi di pagamento.

Per approfondire le problematiche del commercio estero e, quindi, per permettere alle imprese di muoversi meglio nei rapporti internazionali, l’International Desk organizza giornate formative direttamente in azienda o in aula presso i locali della Banca Marche.

Per ogni informazione rivolgetevi alle nostre Filiali o direttamente all’ International Desk - Banca Marche tel 0731.539.440. Per le richieste di consulenza si prega di specificare sempre la ragione sociale dell’Azienda richiedente.

Per gli imprenditori che desiderino compiere una salto di qualità nelle loro strategie di internazionalizzazione, l’International Desk Banca Marche offre un servizio di consulenza relativo alla soluzione delle principali problematiche bancarie, valutarie, legislative.

Banca Marche opera tramite un'ampia rete di corrispondenti esteri; siamo quindi in grado di sfruttare le conoscenze del territorio ed il know how di importanti gruppi bancari internazionali.

Destinatari:
  • aziende che operano o che intendono operare con l'estero;
Principali servizi offerti:
  • consulenze bancarie, valutarie, legali, fiscali e commerciali per i principali paesi esteri
  • apertura di rapporti di conto o di Collection Account
  • concessione di linee di credito dirette o con emissione di garanzia a condizioni di particolare favore
  • recupero IVA su spese di rappresentanza (manifestazioni, fiere ecc.) sostenute in Germania e Francia
  • consulenza sui sistemi di pagamento locali
  • informazioni commerciali su controparti estere
  • consulenza per coperture assicurative SACE ed assicurazione crediti commerciali in genere
Per ogni informazione rivolgetevi alle nostre Filiali o direttamente all’ International Desk - Banca Marche tel 0731.539.440.
Le Norme ed Usi Uniformi relative ai Crediti Documentari (UCP600) della Camera di Commercio Internazionale di Parigi, in vigore dal 1° luglio 2007, costituiscono una specifica normativa che detta i principi e le regole adottate dalle banche nella gestione di questo importante strumento di pagamento.
Scopri i suoi principi essenziali descritti dai nostri esperti dell’International Desk:

NUU - Pubblicazione ICC600: le principali novità introdotte (Vers 1.5 aprile 2014)
DI CASA NEL MONDO CON BANCA MARCHE

Grazie alla fitta rete di corrispondenti  (circa 2.000 sono gli accordi sottoscritti con corrispondenti estere) Banca Marche è in grado di assicurare assistenza, consulenza e condizioni di favore a tutti i suoi clienti che operano su mercati esteri.

L'International Desk è a disposizione per fornire consulenza ed eventualmente mettere in contatto la nostra clientela con la banca estera di interesse nel paese prescelto.

Per ogni informazione rivolgetevi alle nostre Filiali o direttamente all' International Desk - Banca Marche tel 0731.539.440
Segnaliamo alla clientela che invia bonifici in Giordania che, a partire dal febbraio 2015, la Banca Centrale Giordana ha reso obbligatoria la presenza di una causale di 4 caratteri numerici (Payment Purpose Code) sui bonifici domestici ed internazionali espressi in qualsiasi divisa. Tale misura ha scopi statistici e di monitoraggio dei sistemi di pagamento.

Il codice, seguito eventualmente dalla sua descrizione, dovrà essere inserito dai clienti ordinanti di bonifici e dovrà apparire nei primi 4 caratteri del campo utilizzato per inserire la causale del pagamento.

Esempio: nel caso di pagamento di fattura n. 123 per trasporti terrestri inserire nel campo "motivo del pagamento / riferimento bonifico":
0402 LAND FREIGHT - SETTLEMENT INVOICE NO. 123
Si evidenzia che è bene chiedere preventivamente al beneficiario l'esatto codice da indicare nel pagamento in quanto, in assenza di causale numerica completa e corretta, il bonifico potrebbe venire respinto o bloccato in attesa di dettagli aggiuntivi, a discrezione della banca del beneficiario.

Clicca per vedere la tabella dei codici e relative causali previste attualmente dalla Banca Centrale Giordana (aggiornamento 2 febbraio 2015).

Per qualsiasi informazione sui sistemi di pagamento estero e sulle problematiche relative all'internazionalizzazione è attivo il servizio di consulenza:
BANCA MARCHE - International Desk
Tel 0731-539 440 - e-mail: international@bancamarche.it
Monitoraggio fiscale e normativa valutaria: Dichiarazione Importazione e Esportazione Denaro Contante.

Con decorrenza 1° gennaio 2009, il Decreto Legislativo 19 novembre 2008, n. 195 ha introdotto importanti novità relative alle modalità di compilazione e consegna delle dichiarazioni riguardanti l'importazione e l'esportazione di "denaro contante" (così come definito dall'Art. 1 del Decreto) di importo pari o superiore ad euro 10.000,00 o relativo controvalore.

L'art. 1 del Decreto definisce come "denaro contante":
  • le banconote e le monete metalliche aventi corso legale;
  • gli strumenti negoziabili al portatore, compresi gli strumenti monetari emessi al portatore quali traveller's cheque; gli strumenti negoziabili, compresi assegni, effetti all'ordine e mandati di pagamento, emessi al portatore, girati senza restrizioni, a favore di un beneficiario fittizio o emessi altrimenti in forma tale che il relativo titolo passi alla consegna; gli strumenti incompleti, compresi assegni, effetti all'ordine e mandati di pagamento, firmati ma privi del nome del beneficiario.
Il Decreto riguarda chiunque (residente o non residente):
  • entra o esce dal territorio nazionale con "denaro contante";
  • spedisce o riceve dall'estero "denaro contante" a mezzo di "plico postale o equivalente".
Rispetto alla precedente normativa in tema di "monitoraggio fiscale":
  • per il trasporto al seguito di "denaro contante" l'apposita dichiarazione va resa esclusivamente all'Agenzia delle Dogane al momento di entrata o uscita dal territorio nazionale (inclusi i transiti da e verso i Paesi membri UE);
  • per i trasferimenti effettuati mediante "plico postale o equivalente" la dichiarazione va resa a Poste Italiane S.p.A. o ai fornitori di servizi postali all'atto della spedizione o nelle 48 ore successive al ricevimento;
  • risulterebbero ora esclusi dall'obbligo di dichiarazione gli assegni e gli effetti tratti sull'estero che recano l'indicazione del beneficiario, ancorché privi della clausola "non trasferibile".
Non è quindi più prevista in nessun caso la presentazione presso le banche (in caso di transito comunitario o di invio o ricezione di assegni da e verso l'estero) dell'ex modello UIC TD01, che pertanto è da considerarsi abrogato.

Per ogni altra informazione sui sistemi di pagamento estero e sulle problematiche relative all'internazionalizzazione rivolgetevi alle nostre Filiali o al servizio di consulenza International Desk - Banca Marche tel 0731.539.440.