Banca Marche utilizza Cookie (propri e di altri siti) per offrire una migliore esperienza di navigazione e per finalità commerciali. Una volta continuata la navigazione sul sito, se ne autorizza l’invio e l’uso. Per saperne di più o negarne il consenso clicca qui.

Emergenza terremoto Centro Italia

I recenti eventi sismici che hanno interessato il Centro Italia, hanno colpito i territori e le popolazioni che sono l’asse portante e l’identità di Nuova Banca Marche, che da sempre svolge la propria attività con l’obiettivo di essere attenta e vicina al proprio territorio.

Nuova Banca Marche è oggi a fianco di chi ha subito danni a causa del terremoto, per consolidare lo spirito di fiducia ed aiutare ad affrontare nuove sfide. Ecco le iniziative messe in campo da Nuova Banca Marche a sostegno di famiglie, imprese, piccoli artigiani e commercianti che caratterizzano il substrato sociale ed economico della nostra terra, della nostra comunità.
Filiali colpite dagli eventi sismici. Operatività gratuita in circolarità aziendale.

In attesa delle verifiche sullo stato degli immobili, alcune nostre filiali sono state temporaneamente chiuse. La loro operatività è comunque garantita ed è stata trasferita presso altre agenzie, come indicato nello schema sottostante.
I clienti delle filiali non operative, possono rivolgersi presso qualsiasi agenzia della Banca per i seguenti servizi:
  • pagamento della pensione INPS;
  • prelevamento di somme dal deposito di risparmio;
  • prelevamento di somme dal conto corrente.
Per supportare i clienti alloggiati temporaneamente fuori dai comuni di residenza, presso tutte le filiali Nuova Banca Marche è prevista la gratuità delle operazioni bancarie effettuate in circolarità aziendale.

Filiali ospitate in container
Filiale Indirizzo ATM
Caldarola Via Aldo Moro X
Camerino Via Santoni (area parcheggio quartiere di Montagnano) X
Fiastra Via Roma X
Muccia Area parcheggio tra Via Giovanni XXIII e Via delle Piane X
Pievebovigliana Via Rancia - ex area sosta X
Visso Località Il Piano - Strada Provinciale Valnerina X
Ussita Località Il Piano - Strada Provinciale Valnerina (Visso) X
C.S. Angelo sul Nera Località Il Piano - Strada Provinciale Valnerina (Visso) X
Filiali non operative
Filiale non operativa Il titolare è disponibile presso la filiale di: L'operatività di cassa è disponibile presso la filiale di: L'operatività di tesoreria è disponibile presso la filiale di:
Monte San Vito Chiaravalle - Corso Matteotti, 94 Borghetto di Monte San Vito - Via G. Galilei, 8/F Chiaravalle - Corso Matteotti, 94

Vedi tutte le filiali
Per sostenere i residenti e le imprese aventi sede legale o operativa nei comuni delle Marche, dell'Abruzzo, del Lazio e dell'Umbria colpiti dal sisma, Nuova Banca Marche ha applicato la sospensione fino al 31/12/2016 del pagamento delle rate dei mutui, finanziamenti e prestiti in essere alle date del sisma (24 agosto 2016 e 26/30 ottobre 2016). Ciò in base al D.L. 189/2016, convertito con modificazioni dalla Legge 229/2016, che all'art. 48 ha stabilito, con riferimento ai Comuni indicati nella Legge stessa, la sospensione ex lege fino al 31 dicembre 2016 del pagamento delle rate dei mutui e dei finanziamenti di qualsiasi genere, ivi incluse le operazioni di credito agrario di esercizio e di miglioramento e di credito ordinario, erogati dalle banche.

La sospensione del pagamento delle rate è stata applicata senza una richiesta specifica da parte dei soggetti residenti e delle imprese aventi sede legale in uno dei Comuni indicati dai citati provvedimenti normativi, ad eccezione dei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto  nei quali, come previsto dalla Legge 229/2016, le disposizioni previste all’art. 48 del D.L. 189/2016 si applicano limitatamente ai singoli soggetti danneggiati che dichiarino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o azienda e pertanto su richiesta della clientela.

Proroga dei termini di sospensione delle rate

In data 30/12/2016 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. 244/2016 (c.d. “milleproroghe”), con il quale è stata, tra l’altro, disposta la proroga al 31/12/2017 del termine di sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti (originariamente fissato al 31/12/2016) “limitatamente alle attività economiche e produttive nonché per i soggetti privati per i mutui relativi alla prima casa di abitazione, inagibile o distrutta”.
  • Finanziamenti riferibili ad attività economiche e produttive
Nuova Banca Marche, con riferimento alle attività economiche e produttive, ha sospeso automaticamente le rate (quota capitale e quota interessi) in scadenza sino al 31/12/2017 dei finanziamenti che avevano usufruito fino al 31/12/2016 della sospensione e per i quali non era nel frattempo pervenuta rinuncia. I pagamenti delle rate saranno sospesi anche ai clienti che pur presentando i requisiti non avevano rate in scadenza nel 2016 (ad esempio finanziamenti con rata semestrale). I Clienti riceveranno comunicazione di avvenuta sospensione dalla Banca. Il Cliente ha facoltà di non usufruire della sospensione previa comunicazione scritta da inviare o consegnare a qualsiasi Filiale della Banca utilizzando il fac-simile ricevuto con la comunicazione. Qualora il Cliente informi la Banca con le modalità sopra indicate, di non voler usufruire della sospensione, il pagamento delle rate sarà ripristinato a partire dalla prima rata utile con scadenza successiva alla data di ricevimento da parte della Banca della predetta comunicazione di rinuncia.
  • Mutui relativi alla prima casa di abitazione inagibile o distrutta
Per quanto riguarda la proroga dei termini fino al 31/12/2017 della sospensione delle rate dei mutui relativi alla prima casa di abitazione, inagibile o distrutta, i Clienti privati intestatari di mutui ipotecari che avevano già usufruito fino al 31/12/2016 della sospensione riceveranno una comunicazione da parte della Banca e, qualora presentino i requisiti previsti dal D.L. 244/2016, e siano interessati alla proroga potranno richiedere la sospensione con il modulo allegato alla stessa comunicazione. La sospensione avrà effetto a decorrere dalla prima rata in scadenza successiva alla presentazione della richiesta. Nel caso in cui il Cliente non presenti la richiesta la Banca non procederà alla sospensione ritenendo che la stessa non sia di interesse del Cliente o che non ne ricorrano le condizioni.

Costi ed effetti della sospensione

Durante il periodo di sospensione maturano gli "interessi di sospensione", calcolati al tasso contrattuale sul debito residuo in essere al momento della sospensione, che saranno imputati in quote costanti nelle successive rate a scadere alla ripresa dei pagamenti, secondo il piano di ammortamento originario.
Non sono previsti ulteriori oneri aggiuntivi (commissioni, spese, ecc.) a carico del cliente, né garanzie aggiuntive. Il piano di ammortamento originario subirà un allungamento per una durata pari all'intero periodo di sospensione goduto per effetto dei provvedimenti normativi sopra citati. Decorsa la scadenza dell'ultima rata sospesa, il rimborso del finanziamento riprenderà col pagamento delle rate con la periodicità stabilita in contratto.
  • Finanziamenti con rate pagate a mezzo MAV
Nel caso in cui il rimborso delle rate del finanziamento avvenga attraverso bollettino MAV, laddove il Cliente stia usufruendo della sospensione, non dovrà tener conto degli eventuali bollettini recapitati in relazione alle rate sospese.
  • Mutui e finanziamenti in corso di differimento o che già beneficiano di una sospensione dell'intera rata
La sospensione di cui alla presente iniziativa non sarà applicata ai finanziamenti in corso di differimento (nessuna maturazione di rata per interessi o capitale) o già oggetto di sospensione dell'intera rata, in presenza di precedenti accordi con il cliente che non prevedono quindi alcuna scadenza rata nel periodo dal 01/01/2017 al 31/12/2017.

Per i Clienti che, secondo i termini di legge, non rientrano nella proroga della sospensione del pagamento delle rate, Nuova Banca Marche manifesta sin da ora la disponibilità a valutare possibili misure alternative che il Cliente ritenga utili e che potrà richiedere presso qualsiasi nostra Filiale presente sul territorio.
Finanziamenti a famiglie ed imprese a condizioni agevolate

Con l'obiettivo di sostenere le famiglie e le attività economiche colpite dal sisma, Nuova Banca Marche ha stanziato un plafond iniziale di 20 milioni di euro. E' destinato alla concessione di apposite linee di credito a condizioni particolarmente vantaggiose, per consentire alla clientela privati ed imprese dei territori coinvolti, di far fronte alle prime impellenti necessità a seguito dei danni subiti.

PRIVATI E FAMIGLIE
  • Apertura di credito in conto corrente a sei mesi, a condizioni agevolate, destinata a clienti privati che necessitano di un tempestivo supporto dal punto di vista finanziario per sopperire ad esigenze di liquidità di breve periodo, conseguenti agli eventi sismici.
  • Prestiti personali a condizioni agevolate, destinati a clienti privati che hanno subìto danni dal terremoto, diretti o indiretti, a beni mobili o immobili.
IMPRESE
  • Apertura di credito in conto corrente a sei mesi, a condizioni agevolate, destinata alla clientela imprese che necessita di un tempestivo supporto dal punto di vista finanziario per sopperire ad esigenze di liquidità di breve periodo, conseguenti agli eventi sismici.
  • Prestiti chirografari a condizioni agevolate alla clientela imprese di tutti i settori economici e produttivi danneggiata dal terremoto e/o che debba ricostituire il TFR a seguito di richieste di liquidazione pervenute dai propri dipendenti colpiti dal terremoto.
  • Prestito chirografario a condizioni agevolate con garanzia gratuita del 70% della Società Regionale Garanzia Marche alla clientela PMI danneggiata dal terremoto (attualmente solo per gli eventi di agosto 2016) residente nelle provincie marchigiane di Ascoli Piceno, Fermo e Macerata (sono escluse dalla garanzia le imprese agricole ed agroindustriali).
  • Apertura di credito in conto corrente a rientro per sostenere nelle prime fasi le imprese che hanno subito danni dal terremoto con uno strumento elastico, eventualmente ripianabile con il prestito chirografario previsto dall'iniziativa.
Le richieste di finanziamento potranno essere avanzate alla Banca entro il 31 maggio 2017 (31 agosto 2017 per l'iniziativa congiunta con Società Regionale Garanzia Marche).
Raccolta fondi e supporto alle iniziative di solidarietà

Sosteniamo insieme i paesi colpiti dal terremoto. Anche tu puoi dare il tuo contributo, con un piccolo gesto.
Effettua un bonifico nel conto corrente destinato alla raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del mese di ottobre 2016.
Conto corrente intestato a:
NUOVA BANCA MARCHE – POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA OTTOBRE 2016
(IBAN: IT48 Z060 5521 2010 0000 0015 000)
Il bonifico è gratuito, se effettuato presso qualsiasi filiale Nuova Banca Marche o online con il servizio Self Bank (disponibile anche in modalità precompilato, cliccando nel banner presente all'ingresso del servizio).

Inoltre Nuova Banca Marche garantisce la gratuità di tutti i bonifici effettuati a favore ONLUS o altri soggetti (es. Protezione Civile, Comuni colpiti dal sisma, etc...), che prevedono conti correnti dedicati alla raccolta fondi a favore della popolazioni colpite dal sisma.
  • La raccolta fondi promossa da Nuova Banca Marche all’indomani del sisma dello scorso 24 agosto ha raggiunto la cifra di circa 60 mila euro che sarà devoluta a favore dell’amministrazione comunale di Arquata del Tronto, uno dei comuni marchigiani più colpiti da quella prima scossa di terremoto. Negli oltre due mesi in cui il conto corrente è rimasto attivo sono state effettuate 735 donazioni, di cui una di 10 mila euro da parte di Nuova Banca Marche. L’assegno con il totale della cifra raccolta sarà consegnato nelle mani del primo cittadino di Arquata del Tronto.
Nuova Banca Marche ha concesso al comune di Tolentino l'utilizzo, a titolo gratuito, di propri locali di circa 1.400 metri quadri, situati presso il centro commerciale Oasi in contrada Pace. I locali, tutti immediatamente disponibili e in buone condizioni di manutenzione, saranno utilizzati dall'amministrazione comunale sia per la sistemazione degli sfollati, che hanno lasciato le proprie abitazioni rese inagibili a causa del sisma, sia per collocare aule scolastiche d'emergenza che permettano agli studenti delle varie scuole del territorio di continuare l'anno scolastico in sicurezza. Nuova Banca Marche, già all'indomani della prima grande scossa di terremoto del 24 agosto scorso, aveva concesso all'amministrazione comunale di Tolentino l'uso gratuito di locali a piano terra di palazzo Europa, in pieno centro cittadino, dove sono stati trasferiti alcuni uffici comunali.